Viaggio in Sicilia Logo

Proin gravida nibh vel velit auctor aliquet. Aenean sollic itudin, lorem quis bibendum auctornisi elit consequat ipsum, nec nibh id elit. Lorem ipsum dolor.

Ultime guide
Top
Salina

Salina

Tra malvasia e capperi

Salina

$0 per person

Isola raffinata

Salina, dopo Lipari, è l’isola più popolata. Dimora del dio dei venti Eolo è l’isola più verdeggiante e raffinata. I padroni di casa indiscussi di quest’isola sono la Malvasia e i capperi di Salina che sono presidio SlowFood.

In antichità il suo nome era Dydime che significa “la gemella” per via suoi due vulcani spenti, alti quasi mille metri che ne modellano il profilo e la contraddistinguono. Il monte Fossa delle Felci e il monte Porri che con le loro sfumature di colori, profumi, pinete, castagneti, alte felci tingono il sottobosco e ricoprono interamente i crateri, facendovi quasi dimenticare di trovarvi in mezzo al mare in Sicilia.

Il nome attuale di Salina invece deriva dal piccolo laghetto salmastro che un tempo veniva utilizzato per l’estrazione del sale e che oggi rappresenta invece un importante sito di nidificazione di tante specie di uccelli e animali. Anche qui, come a Lipari, il modo migliore per visitare l’isola è noleggiare un motorino o una macchina.

Salina vista da una delle sue vette
Salina vista dall'alto del monte Fossa Delle Felci

Santa Marina Salina

Iniziamo il nostro viaggio proprio da Santa Marina Salina, porto di approdo principale dell’isola. Oltre a visitare la chiesetta di Santa Marina (Santa Patrona dell’isola) con i suoi 2 campanili vi consigliamo di passeggiare per le sue graziose viette con i suoi caratteristici e particolari negoziati da cui sarà difficile uscire a mani vuote.
Da visitare anche il museo del vino.

Per gli amanti dello yoga a Santa Marina Salina nel periodo estivo potrete praticare insieme a Valeria di  “Yoga Fly on Air”. Una pratica di Yoga che si avvale del supporto di speciali amache elastiche per uno yoga diverso e divertente sospesi in aria e vista mare.

Lingua

A soli 2 km da Santa Marina troviamo la frazione di Lingua. Piccolo e pittoresco borgo di pescatori caratterizzato dal suo laghetto salmastro dove in tempi passati si ricavava il sale. Ora riserva naturale protetta.

Tappa d’obbligo qui è Da Alfredo per assaggiare il suo pane cunzato o le sue buonissime granite.

Lingua
L'acqua cristallina del lungomare di Lingua

Malfa

Malfa si trova a 90 metri sul livello del mare ed è il centro nevralgico dell’isola. Molto caratteristica la sua piazzetta con la grande “rosa dei venti”. Tappa obbligatoria scendendo verso il mare e la spiaggia di Punta Scario e il suo piccolo e sgarrupato porticciolo dei pescatori. Scalo Galera con le sue acque limpide di un color turchese intenso.

 

Proseguendo in direzione Pollara, lungo la strada, fermatevi al belvedere panoramico e visitate il suo “castello” abbandonato, dove l’atmosfera sarà molto suggestiva e misteriosa.

Salina, Belvedere
Panoramica dal Belvedere di Salina

Pollara

Pollara è un paesino che si affaccia su una costa a strapiombo sul mare con una vista mozzafiato su Filicudi e Alicudi ed è diventato famoso in tutto il mondo dal set de “Il Postino” di Massimo Troisi.

Salina, Pollara
Pollara è ricca di installazione che ricordano il film "Il Postino"

Scendete la ripida scalinata fino al mare per raggiungere le “Balate”.
Piccole grotte-rifugio scavate nel tufo con le barchette colorate dei pescatori. Qui l’atmosfera e il paesaggio sono davvero suggestivi e sarà impossibile resistere alla tentazione di tuffarsi nelle sue acque cristalline. Per agevolare l’entrata in acqua vi consigliamo di portare con voi delle scarpette da scoglio tipo queste.
In questa deliziosa baia è anche possibile noleggiare materassini da mare e da terra, ombrelloni, kayak e pedalò, oltre che a poter usufruire di un piccolo bar molto particolare e ingegnoso.

Proseguendo sulla destra delle balate potrete ammirare il “Perciato” il famoso arco di roccia vulcanica da cui ammirare uno dei tramonti più belli al mondo.

Salina, baia di Pollara
Baia di Pollara. Un tuffo in queste acque qui è d'obbligo

Leni

Leni si trova nella vallata tra i due vulcani spenti dell’isola. È un paesino molto tranquillo che sembra quasi abbandonato, con le sue porte colorate ed i suoi balconi in ferro battuto. Da qui pur essendo nell’entroterra, non mancheranno suggestive visuali sulla costa di Rinella.
Le due frazioni del comune di Leni sono Valdichiesa e Rinella.

Valdichiesa

Valdichiesa è sicuramente la frazione più “montanara” dell’isola. Il santuario della Madonna del Terzito è meta di molti pellegrinaggi e il 23 luglio si celebra la sua festa con una delle processioni più caratteristiche delle isole Eolie.

Da qui partono i sentieri che portano al monte Fossa delle Felci.

Se siete alla ricerca di silenzio e tranquillità e ampi spazi verdi e vigneti di malvasia questo è il posto che fa per voi.

Salina, Val di Chiesa
Santuario della Madonna del Terzito

Rinella

Pittoresca frazione di Leni, Rinella è un piccolo borgo di pescatori con le sue casette dai colori vivaci e con l’unica spiaggia nera dell’isola.
Da qui si possono ammirare le grotte scavate nella roccia che servivano come riparo per le barche.

Salina, Rinella
Grotte dietro la spiaggia nera di Rinella

Esplora il Messinese

 

Messina
0 Recensioni

Cosa fare

1
Giro dell'isola in Scooter
Salina è molto grande e ricchissima di posti meravigliosi da vedere, il modo migliore per farlo è noleggiare uno Scooter al porto. Ricordate che in alta stagione è raccomandato prenotare per tempo per evirare di non trovare disponibilità. L'isola è facilmente visitabile in giornata.
2
Un tuffo a Pollara
Il borgo di Pollara famosissimo grazie al film "Il Postino" di Massimo Troisi è uno dei posti più caratteristici di tutta Salina. Se vi muovete in scooter potete facilmente raggiungere Pollara e parcheggiare proprio in prossimità della scala che scende fino al mare. Se invece state facendo un'escursione organizzata in barca siamo sicuri che questa tappa è già nel vostro programma! Ricordatevi che è preferibile munirsi di scarpette da scoglio per evitare di scivolare sugli scogli ed essere liberi di muoversi sulle rocce spesso caldissime d'estate.
3
Degustare la migliore Malvasia dell'arcipelago
Salina è famosissima per la grande produzione di Malvasia delle Lipari. Sull'isola avrete l'imbarazzo della scelta per quanto riguarda le degustazioni, molti dei produttori più importanti a livello nazionale ed internazionale hanno sede proprio qui, tra questi: Hauner, Virgona, Tasca D'Almertita. Alcuni di questi vini sono presenti anche nella nostra sezione dei vini (qui).
4
Un bagno nella spiaggia nera di Rinella
Accanto al porticciolo di Rinella c'è una meravigliosa spiaggia nera proprio sotto il costone roccioso. Potete raggiungerla sia in Aliscafo (che qui fa sempre una tappa su richiesta) sia in Scooter con un parcheggio proprio di fianco alla spiaggia. Il nostro consiglio è di pranzare sul posto, c'è un fantastico alimentari dove poter comprare e personalizzare dei panini buonissimi.
5
Guardare il tramonto al belvedere panoramico
Sulla strada che porta a Pollara c'è un meraviglioso belvedere panoramico. Da cui è possibile vedere un tramonto meraviglioso. Vi consigliamo di portare con voi una bottiglia di vino o una birra da bere mentre il sole si spegne davanti a voi. Vi lasciamo il link Google Maps per raggiungerlo.

Esplora la mappa

Valutazione dei visitatori

In questa scheda sono riassunti i voti dei visitatori. Se vuoi dare anche tu un contributo lasciando una recensione o un consiglio puoi farlo compilando il modulo in basso.

0.0

Giudizio generale 0

Cibo locale 0

Monumenti 0

Aggiungi un commento

Non sei autorizzato alla registrazione
error: Copyright ViaggioinSicilia.it