Il portale dedicato agli amanti della Sicilia!

Ultime guide

info@viaggioinsicilia.it
Image Alt

Siracusa

  /  Siracusa

Benvenuti a Siracusa

Siracusa è una città sulla costa ionica della Sicilia che brilla di luce propria tra sole, cielo, mare e architetture barocche. La possiamo definire la più elegante e raffinata tra tutte le città siciliane che vi trasmetterà emozioni uniche.
Famosa per la sua area archeologica tra cui potrete ammirare il Parco Archeologico della Neapolis che racchiude il Teatro Greco e l’Orecchio di Dionisio, una grotta scavata nel calcare a forma di orecchio umano con un acustico davvero particolare. Il Museo Archeologico Regionale Paolo Orsi che è riconosciuto come uno dei più importanti e prestigiosi musei d’Europa per i preziosi reperti autentici che espone.

Vista su Palazzo Ducezio a Noto

Ma il cuore pulsante della città, la sua perla più preziosa è Ortigia. Un isoletta barocca dall’immenso fascino collegata alla terra ferma da un piccolo ponte. Qui sarete accolti dal profumo di spezie di tutti i tipi, peperoncini dell’Etna, panetti di mandorle, e anche frutti di mare e pesce freschissimo.
All’ingresso dell’isolotto di Ortigia incontrerete le Colonne Monolitiche del Tempio di Apollo o quello che ne resta. Il tempio dorico in pietra più antico della Sicilia.
Addentrandovi per la cittadina e perdendovi nelle tante piccole viette arriverete in piazza del Duomo, con la sua cattedrale in pietra bianca, dove resterete incantati e abbagliati dalla sua bellezza.
Proseguite verso il corso principale dove troverete a Fonte Aretusa, una vera e propria oasi verde con piante di Papiro che crescono rigogliose e animali acquatici che la popolano. Un piccolo laghetto pieno di vita e colori con un’atmosfera mitologica.
E infine godetevi una passeggiata sul lungomare fino ad arrivare alla punta dell’isola dominata all’imponente Castello Maniace di epoca sveva.

Da non perdere

Riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari

Nella riserva naturale orientata Oasi Faunistica di Vendicari si trova Calamosche. Una meravigliosa caletta di 200 metri stretta tra due promontori rocciosi, con una lussureggiante e profumata macchia mediterranea e un mare calmo e limpidissimo. Attenzione, questa spiaggia non è facile da raggiungere, preparatevi ad una mezz’ora di cammino sotto il sole dal punto in cui lascerete la macchina.

Necropoli di Pantalica

Se siete amanti del trekking non perdete un giro in questa zona. Tantissimi e suggestivi i sentieri che portano alla Necropoli di Pantalica, (tutelata dall’UNESCO) formata da  5000 tombe a grotticella scavate nella roccia. Vale la pena anche una visita all’Anàktoron, posizionato sulla cima di una collina, è un monumentale palazzo regale  formato da grossi blocchi megalitici.

Noto

Noto è la “capitale del barocco” e il suo centro storico è stato dichiarato Patrimonio dell’umanità UNESCO.
Entrate in città da est, passando sotto l’Arco di Trionfo e vi troverete direttamente in corso Vittorio Emanuele, il cuore di Noto. I principali palazzi e chiese della città sono stati costruiti con la caratteristica pietra calcarea giallo dorata. Quando cala il tramonto vi accorgerete che questo colore caldo si mischia alla luce del sole creando un’atmosfera che prende il cuore.
Nel mese di Maggio Noto è protagonista della famosa e tradizionale Infiorata. Squadre di artisti compongono con petali di fiori opere d’arte che formano un tappeto che ricopre tutta la via Nicolaci mentre l’allegria anima le strade della città. Questa manifestazione floreale è dedicata al mondo: ogni anno il tema è dedicato ad un paese diverso.

In foto le Saline

Immagini di Siracusa

Suggerimenti da un Siracusano

Pronti per dei consigli su Siracusa? Abbiamo chiesto a Marco un caro amico di Siracusa di raccontarci qualche consiglio sulle cose da non perdere assolutamente.

Un aperitivo a Marzamemi

Preparatevi ad innamorarvi di questo piccolo borgo marinaro di pescatori dove le vecchie rimesse dei pescatori e la vecchia Tonnara sono oggi state trasformate in trattorie, b&b e locali che si riempiono di vita dalle 17.00 in poi.
Vi consigliamo di arrivare qui nel pomeriggio, quando ancora c’è il sole, per godere del colore turchese vivace presente in tutto il borgo.
È d’obbligo una tappa da Campisi un magazzino gigante sul lungomare di Marzamemi in cui vendono le migliori leccornie siciliane. Dalla passata di pomodoro, ai pomodorini secchi, ai tranci di tonno sott’olio. Tutto è squisito e l’ideale per portarvi un pezzetto di Sicilia a casa con voi.

Spiaggia di San Lorenzo

Una spiaggia stupenda dove poter passare una bellissima giornata di mare. La sabbia finissima molto chiara e le sue acque limpide e cristalline vi trasporteranno immediatamente in una spiaggia caraibica. Offre sia una parte di spiaggia libera e una parte di strutture attrezzate, vi consigliamo di andare la mattina presto per evitare di trovare molta confusione.

L’area marina protetta del Plemmirio

Questo luogo è forse una delle meraviglie ancora inesplorate della Sicilia.
La riserva si trova a sud di Siracusa ed è il luogo ideale per gli appassionati di  immersioni subacquee e escursioni. Le sue acque, che vanno dal verde smeraldo al turchese dei punti più profondi, ospitano una ricca e suggestiva biodiversità marina. Il paesaggio circostante è caratterizzato da litorali bianchi e pareti alte e rocciose, scavate e modellate dall’erosione del mare.
Da vedere la Grotta di Capo Meli, la Grotta del Gambero e la Grotta della Pillirina.
È consigliabile andare la mattina presto, con poca roba al seguito ed una bottiglia d’acqua, non esistono bar nei paraggi solo natura e calette dove fare il bagno.

Riserva naturale orientata Cavagrande del Cassibile

La Riserva si trova tra Siracusa ed Avola e d è attraversata tutta dal fiume Cassibile che negli anni ha creato e modellato un favoloso canyon con imponenti pareti rocciose alte anche 300 mt. Il fiume in alcuni punti si allarga formando i famosi “Laghetti d’Avola” che sono dei veri e propri angoli di paradiso. Acqua fresca verde smeraldo contrastata dalle roccie bianche che contraddistinguono questa riserva. Un vero toccasana per i sensi.
Anche se l’accesso a questi laghetti è stata chiusa per via di un vasto incendio che a reso il sentiero pericolosa in alcuni tratti, i più temerari e allenati possono comunque affrontare il sentiero e la fatica verrà ricompensata da questo vero angolo di paradiso.

Le specialità

Questa zona della Sicilia è una delle preferite a livello gastronomico della redazione di Viaggio in Sicilia! Oggettivamente ci sono delle eccellenze che rendono unico il cibo di queste parti.

Pasta che Taddri
Una pasta tipica del Siracusano, anzi, più che una pasta quasi una minestra. È tipica della stagione estiva ma si mangia comunque calda. I “taddri” ovvero “I tenerumi” sono una verdura fatta dalle foglie che si trovano nella pianta della zucchina lunga. Le foglie più verdi e tenere( da cui la denominazione di tenerumi) sono quelle utilizzate, in larga quantità, per questa pasta.

Farfalle con pomodoro di Pachino

Ricordiamoci che siamo nella terra di sua maestà il pomodorino di Pachino. In quest’area viene prodotto in grandissima quantità e abbinato a qualsiasi ricetta. La semplicità però premia sempre, godetevi quindi un piatto di pasta con il ciliegino appena raccolto e basilico fresco.

Tunnina che pìpi

Guardate che prelibatezza, un piatto veramente siracusano! Parliamo di una specie di scaloppina di tonno accompagnata da peperoni. Un abbinamento molto particolare da provare assolutamente.

Video riassunto

Video di Sicily.co.uk

Mappa e lista dei comuni

Siracusa e dintorni

Scopri tutti i luoghi e le bellezze della provincia di Siracusa

error: