Il portale dedicato agli amanti della Sicilia!

Ultime guide

info@viaggioinsicilia.it
Image Alt

Trapani

La città del vento e del sale
  /  Trapani

Benvenuti a Trapani

Trapani e la sua provincia coprono tutta la parte occidentale della Sicilia con un affaccio frontale sull’arcipelago delle isole Egadi. Una città che sfrutta le potenzialità della costa per offrire lunghe passeggiate, spiagge e intrattenimento (sopratutto nei mesi estivi). Città molto vivace anche dal punto della movida, con un centro storico ricco di locali per passare una serata fuori a cena o per bere qualcosa. Tra i suoi principali punti di interesse molti sono legati al mare, ad esempio la Torre di Ligny situata nella punta estrema della città, dove si incontrano Mar Tirreno e Mar Mediterraneo.

Lungomare di Trapani

Tutta la costa trapanese è divisa tra scogliere e spiagge, la provincia poi, include anche l’arcipelago delle isole Egadi, tra cui Favignana, Marettimo e Levanzo e la lontana isola di Pantelleria.
Il litorale trapanese in genere è molto gettonato tra gli amanti degli sport d’acqua, grazie appunto al vento ed alcuni fondali bassi che attirano gli amanti di sporto come il Kite Surf (Lo stagnone è uno di questi) proprio di fronte all’isola di Mozia (Mothia).

Da non perdere

Una passeggiata sulle mura di Tramontana

Sono le antiche mura a protezione della città, da queste è possibile godere di una vista mozzafiato sul mare e sul centro storico della città. Vanno da Piazza Mercato del Pesce al Bastione Conca. Potete raggiungerle dalle estremità o da scalinate che ne intervallano il tragitto.

La magia del tramonto

Essendo Trapani esposta a ovest d’estate vale assolutamente la pena prendere qualcosa da bere in uno dei mini chioschi che si trovano sulla spiaggia libera e sedersi a godere del tramonto sul mare. Il rito del tramonto è celebrato in molti punti della costa trapanese!

L'arcipelago delle Egadi

Non possiamo ignorare la vicinanza delle isole Egadi!
I più “festaioli” andranno sicuramente a Favignana che è la più grande delle 3 isole.
La zona più interessante è quella a sud-est (Cala Rossa, Cala Azzurra, Bue Marino etc).
Le spiagge per i bimbi sono poche (soprattutto Lido Burrone, praticamente l’unica sabbiosa e attrezzata). Per il resto, le coste sono un po’ selvagge.

Levanzo, più piccola, è suggestiva ma meno “vivace”.
Marettimo, la più distante, è anch’essa estremamente suggestiva.

Suggerimento: contattare i pescatori locali, che con le proprie barche portano i turisti a fare un giro intorno all’intera isola (vento permettendo) con pranzo a bordo.

In foto le Saline

Immagini di Trapani

5 suggerimenti da una Trapanese

Pronti per una carrellata di cose da non perdere a Trapani? Abbiamo chiesto direttamente a Chiara C. nata e cresciuta a Trapani oggi vive a Milano ma quando può salta su un aereo e torna a casa.

La riserva dello zingaro

La Riserva Naturale dello Zingaro si estende lungo tutta la costa con numerose scogliere calette e falesie che sprofondano nel blu del mare, coperte da una fitta vegetazione. Ricordatevi che in alta stagione può essere molto faticoso avventurarsi per la riserva, in quanto i vari sentieri e percorsi sotto il sole siciliano possono risultare veramente difficili da percorrere. Molte delle calette che incontrerete durante il percorso sono molto piccole e spesso affollate.

Erice

Da Trapani, potete raggiungere Erice attraverso la funivia – il costo di un biglietto di andata e ritorno è di circa 4€ (qui il sito della funivia). Arrivati ad Erice fate un giro e godetevi il panorama su Trapani e le Egadi. Visitate la pagina di Erice per scoprire come organizzare la visita ad Erice in dettaglio.

Tramonto alle Saline

è d’obbligo assistere al tramonto bevendo un drink al bar “Mamma caura” (Contrada Dara, Marsala). La Mamma Caura è il particolare strato di argilla che viene riposto sulla base delle saline per renderle impermeabili.
Da lì si vede un tramonto sulle saline stupendo e si può prendere il battellino che porta all’isola di Mothia – assolutamente da visitare in circa due ore, compresa visita al museo locale.

Segesta e Selinunte

Chi volesse fare un salto nel passato e toccare con mano la storia di civiltà più che millenarie è possibile visitare l’area archeologica di Segesta (a circa mezz’ora di autostrada) nell’entroterra, o le colonie costiere di Selinunte a circa 1 ora da Trapani. Entrambi posti molto suggestivi che vi consigliamo di visitare! (Nella foto il tempio di Selinunte)

Pantelleria

Molti ignorano che della provincia di Trapani faccia parte anche Pantelleria (anche chiamata perla nera del Mediterraneo), una meravigliosa isola situata tra Italia e Tunisia. Pantelleria è raggiungibile in Aereo traghetto o aliscafo direttamente da Trapani o Palermo. Visitate la pagina dedicata a Pantelleria per scoprire di più su questa meravigliosa isola!

Le specialità

Tante sono le specialità del Trapanese, si spazia dal dolce al salato, dai sapori tradizionali come il pesto trapanese o il cus cus, a quelli più forti come la pasta con le sarde finocchietto e uva passa e i prodotti delle tonnare.

Le Busiate

Le busiate sono un formato di pasta tipico di Trapani, anche se adesso grazie alla grande distribuzione è possibile a volte trovarle un po in tutta italia. Grazie alla sua forma questa pasta è ideale vista la sua caratteristica di trattenere riuscire a trattenere molto bene i condimenti. Provatele con il pesto trapanese e non potrete che darci ragione!

Le genovesi

Fermi tutti, cosa c’entra Genova?? Ebbene le genovesi sono dolci di pasta frolla con all’interno una delicata crema pasticcera e una spolverata di zucchero a velo. Forse chiamate così per ricordare la forma dei cappelli dei marinai genovesi, città con cui Trapani faceva molto commercio marittimo. Provatele, sono buonissime! Nell’immagine a fianco, sono quelle a sinistra! Sulla destra ci sono dei tipici dolcetti a base di Mandorla.

Video riassunto

Questo video stupendo è stato recuperato da YouTube e realizzato da Travelista.sk

Trapani e dintorni

Scopri tutti i luoghi e le bellezze della provincia di Trapani

error: