Il portale dedicato agli amanti della Sicilia!

Ultime guide

info@viaggioinsicilia.it

Giro dell’Etna in ferrovia

Solo per inguaribili romantici, è possibile fare il Giro dell’Etna con la ferrovia Circumetnea. Un modo veramente originale e alternativo per visitare uno dei simboli siciliani: l’Etna. La storica ferrovia circum-etnea è stata inaugurata nel 1898 e viaggia intorno al vulcano attraversando diversi paesi e regalando ai viaggiatori pittoreschi scorci di questo paesaggio unico.

 

 

 

Lista delle fermate

  • Catania
  • Paternò
  • Adrano
  • Bronte
  • Randazzo
  • Giarre
  • Riposto

 

 

 

Il tempo di percorrenza dell’intero giro è di circa 3 ore e si presta ad essere una attività familiare molto carina e divertente del resto, l’occasione è unica per vedere panorami eccezionali del vulcano Etna e spaziare tra campagne, alberi di pistacchi e fichi d’india.

Vista la frequenza dei treni, organizzandosi prima e verificando gli orari, potrete organizzare le vostre tappe come preferite soffermandosi così a visitare alcuni dei paesi in cui sono previste fermate. Sicuramente degne di nota tra le tappe, Bronte e Randazzo.

Il costo del biglietto è generalmente basso, meno di 8€ per persona.

Tutti a bordo, si parte!

Siamo a Catania, una delle più belle città sicule e una delle più ricche di storia. Una città dalle mille facce, con un centro storico divenuto patrimonio Unesco dell’Umanità, è il punto di partenza del nostro itinerario. Una gita affascinante da fare con la famiglia, anche con i più piccoli, alla scoperta del vulcano attivopiù grande d’Europa.

Dirigiamoci verso Catania Borgo, qui troveremo la stazione della ferrovia Circumetnea. Ad aspettarci, un piccolo treno, un po’ rumoroso. Un mezzo che vi riporterà indietro nel tempo, con la sua lentezza così lontana dai nuovi treni ad alta velocità, che vi farà riscoprire il piacere antico di viaggiare in treno.  Saliamo in carrozza: ci aspetta una giornata insolita ed emozionante!

Ecco che inizia la salita tra le rocce laviche. Il paesaggio lunare si alterna a estesi campi colorati dai fiori dei pistacchi di Bronte e dai fichi d’India. L’Etna è lì, in alcuni punti sembra di poterlo toccare, e ci farà compagnia per tutto il viaggio. Lungo la strada troviamo paesini pittoreschi come Paternò e Adrano, piccoli centri agricoli. A metà del nostro viaggio, ci ritroviamo nella piccola stazione di Bronte. La città del pistacchio si trova in un territorio di straordinaria bellezza, alle pendici occidentali dell’ Etna. Dopo la stazione di Bronte, ci aspetta un lungo tratto senza centri abitati; è qui che si raggiunge il punto più alto della ferrovia: 967m s.l.m. presso la località di Rocca Calanna. In questo tratto la ferrovia offre i paesaggi più suggestivi.

Da qui inizierà la discesa; destinazione mare! In questo tratto, ci fermiamo nella stazione di uno dei paesi più interessanti dell’intero itinerario. Randazzo è un borgo medievale ed è il centro più vicino alla sommità dell’Etna. Il paese ha un fascino antico, reso ancora più particolare dal colore delle costruzioni, edificate con gli scuri blocchi lavici. Tra queste, da non perdere la Basilica Santa Maria Assunta. Dopo una curva delle rotaie ci ritroveremo di fronte il mare, poco più avanti la nostra destinazione, il paese di Riposto.

Altri itinerari sull'Etna

La Strada del Vino dell’Etna promuove un percorso di scoperta del territorio Etneo, trasportandovi in un “Vulcano” di odori, sapori e bellezze uniche e travolgenti. L’Associazione abbraccia cantine, aziende agricole, strutture ricettive e ristoranti, regalando al viaggiatore esperienze indimenticabili, con ampi scenari che variano dalla fresca aria di montagna alla brezza marina.

Per scoprire l’itinerario e tutti i dettagli relativi alle cantine incluse vi rimandiamo a visitare il sito ufficiale della strada del vino.

Scopri Catania e la sua provincia!

Visita la pagina dedicata

error: